Anche il Consiglio generale dell’Associazione Luca Coscioni chiede all’unanimità il prolungamento della moratoria

Il Consiglio generale dell’Associazione Luca Coscioni riunitosi a Roma nel decennale della morte del Co-Presidente Piergiorgio Welby il 20 e 21 dicembre 2016;

Considerato che:

  • Le proposte di riforma in materia di libertà civili che l’Associazione porta avanti, rinnovate annualmente dal Congresso, offrono all’agenda politica italiana tematiche relative alle libertà individuali e i diritti civili;
  • I tempi della legislatura, e quindi del Governo, non sono certi e che quindi ragionevolmente non si creeranno le condizioni per poter realizzare quei progetti a lungo termine e riforme complessive che sarebbero necessari per rivitalizzare le libertà e la scienza in Italia;

Chiede al Legislatore un’assunzione di responsabilità politica affinché non si lasci nulla di intentato per realizzare quegli atti già tecnicamente pronti o incardinati tra i quali:

1) aggiornare il nomenclatore degli ausili rimborsabili per le persone con disabilità, escludendo dal meccanismo delle gare gli ausili per i quali è necessario il coinvolgimento della persona disabile e la riforma del Comitato Lea;

2) destinare ai Progetti di ricerca di interesse nazionale gli oltre 430 milioni non spesi dall’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova;

3) approvare un buona legge sul testamento biologico sulla base del testo già approvato in Commissione affari sociali della Camera;

4) approvare la regolamentazione legale della cannabis per tutti gli usi;

5) prorogare la moratoria sul divieto di utilizzo del modello animale per studi sugli xenotrapianti d’organo e sul meccanismo d’azione delle sostanze d’abuso (articolo 42 decreto 26/2014).

Qui trovate il link al testo originale del documento finale.

Ok

Il nostro sito web fa uso di cookies per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione quando lo visiti. Proseguendo nella navigazione nel nostro sito web, acconsenti all’utilizzo dei cookies. Se vuoi saperne di più su come utilizziamo i cookies e come gestirli, leggi la nostra informativa sui cookies.