“E’ stata fatta una corsa entusiasmante – dice Furlan – per cui una donna, se la malattia è diagnosticata in giovane età, grazie ad una dozzina di potenti farmaci può pensare di condurre una buona vita per almeno venti anni”.